Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 25 Ottobre 2015

Lo sceneggiatore Scott Rosenberg ha firmato: si occuperà lui della riscrittura del famoso film d'avventura del 1995

Jumanji

Lo scorso agosto la Sony ha reso pubblici alcuni dei progetti in programma per il biennio 2016-2017. Titoli altisonanti, tra cui figura anche un remake di Jumanji, film che ha entusiasmato milioni di ragazzini alla fine degli anni Novanta. Il rifacimento, la serialità, il reboot, il sequel: sembra che ad Hollywood qualcuno abbia smesso di osare, che le ragioni di mercato abbiano preso il sopravvento su quelle delle idee nuove.

È dal 2012 che si parla di riportare sul grande schermo il film di Joe Johnston, e da quanto si legge sul sito Deadline.com sembra che il progetto abbia trovato un nome per la nuova sceneggiatura: Scott Rosenberg (Fuori in 60 secondi, Alta fedeltà). Jumanji è tra le priorità dei prossimi mesi per gli studios che puntano a farlo uscire nel Natale 2016. E non è come accade per i piccoli film indipendenti per cui la data di uscita al cinema può subire infinite variazioni; tutte le major sanno già cosa ci sarà sugli schermi tra poco più di un anno. Il remake dovrebbe appunto reggere il confronto con un altro film tratto dalla letteratura per ragazzi: Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children (La Casa per bambini speciali di Miss Peregrine) con Kim Dickens, Eva Green e Samuel L. Jackson.

Sembra scontato e tradizionalista, ma una cosa è certa: per chi ha amato Jumanji sarà un piccolo colpo al cuore non rivedere lui, Robin Williams con i suoi occhi sorridenti e la capacità di ipnotizzare la fantasia di qualsiasi ragazzino.

Il film, ispirato a un gioco da tavola e al romanzo di Chris Van Allsburg (lo stesso di Polar Express), vedeva anche una giovanissima Kirsten Dunst in compagnia di Bonnie Hunt e Bebe Neuwirth.

[Leggi anche: Successi e depressione: vita, film e carriera di Robin Williams]

Il nome del regista non è ancora dato saperlo, così come non si sa quanto la nuova versione si discosterà da quella originale, di certo si tratterà sempre e comunque di un gioco da tavola che prende vita.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box