Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 23 Giugno 2015

Per la prima volta un film di Quentin Tarantino sarà distribuito in Italia da Rai Cinema. La release nel nostro Paese è prevista entro la metà di gennaio 2016

Quentin Tarantino distribuito da Rai Cinema per "The Hateful Eight"

Rai Cinema porta a casa un grande successo e per la prima volta nella sua storia si aggiudica la distribuzione nelle sale cinematografiche italiane di un film di Quentin Tarantino. Il titolo in questione è quello dell’attesissimo The Hateful Eight che negli Stati Uniti uscirà esattamente il giorno di Natale, solo in alcune città appositamente selezionate e nei cinema che proietteranno la pellicola in 70mm. Due settimane dopo, precisamente l'8 gennaio 2016, avverrà l'uscita nazionale con le copie digitali, anche se le proiezioni in pellicola continueranno. Nutritissimo il cast che prevede la presenza di Samuel L. Jackson (Django Unchained), Kurt Russell (Fuga da New York), Tim Roth (Le iene e Pulp Fiction).

Rai Cinema è riuscita a strappare l’accordo a Leone Media Group, che co-distribuisce il film, in occasione dell’ultima edizione del Festival di Cannes. Anche in Italia, The Hateful Eight, debutterà nelle sale nelle prime settimane di gennaio 2016. Il film sarà un western ambientato ai tempi della guerra civile statunitense. Leone Media e Rai Cinema hanno stretto accordi anche per la distribuzione di altri film di Hollywood come Tulip Fever di Justin Chadwick e con Cristoph Waltz, Southpaw di Antoine Fuqua, Adam Jones (John Wells) con Bradley Cooper, Silence di Martin Scorsese e Sicario di Denis Villeneuve”.

[Leggi anche: Tarantino, Nolan e Apatow salvatori della pellicola Kodak]

Quentin Tarantino sta lavorando da tempo con Panavision e con altre compagnie di distribuzione per riconvertire negli Stati Uniti con proiettori per pellicole a 70mm, formato panoramico ad altissima qualità in cui è stato girato il film che consente una straordinaria esperienza visiva. La pellicola a 70mm è amata dai registi e dai cinefili per la resa più ampia dell’immagine rispetto alla pellicola da 35mm e alle cineprese digitali. Per questi motivi, oltre a Tarantino, molti registi di Hollywood stanno cercando di ottenere degli accordi con Kodak perché continui la produzione della pellicola. “Vorrei che ci sia una sorta di connessione estetica, una vitalità, dal mio primo film all'ultimo”, ha dichiarato Tarantino.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box