Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 30 Dicembre 2015

Musica e cinema sono due arti che insieme possono creare magia pura, ecco le cinque colonne sonore più belle di quest'anno

Inside Out

Martin Scorsese è uno dei registi che più ce l'ha dimostrato: cinema e musica sono due forme d'arte che quando vengono accostate riescono a raggiungere livelli di bellezza e perfezione inimmaginabili.

Le più belle scene sono quelle di contrasto: una canzone d'amore durante una sparatoria, una melodia dolce mentre sullo schermo scorrono immagini feroci. Che si tratti di musiche composte appositamente per l'occasione, o di una collezione di brani pre-esistenti, le colonne sonore sono anche una validissima alternativa alle anonime playlist automatiche, ecco le più belle del 2015:

Operazione U.N.C.L.E
Guy Ritchie è un altro di quei registi britannici che da sempre si accompagna a ottimi collaboratori per decidere i brani dei suoi film. Per il suo ultimo film – girato in gran parte a Roma – si è avvalso del supporto del compositore Daniel Pemberton. Musica dalle atmosfere vintage e soul, un grande Luigi Tenco e un'intensa Nina Simone.

Beasts of no nation
Il film di Cary Joji Fukunaga, visto quest'anno alla Mostra del Cinema di Venezia, è un racconto tanto potente quanto imperfetto che indaga il tema dei bambini soldato. Molte scene sono visivamente imponenti e questo non solo grazie alla fotografia curata dallo stesso Fukunaga (già regista di True Detective), ma anche grazie alle musiche di Dan Romer, produttore e musicista il quale aveva già curato la colonna sonora de Re della terra selvaggia.

Anomalisa
L'ultimo film di Charlie Kaufman dimostra che anche attraverso la tecnica dello stop-motion si riesce a parlare di sessualità e depressione, ma dimostra anche che Girls Just Wanna Have Fun di Cindy Lauper, se cantata da Jennifer Jason Leigh – colei che dà voce a Lisa, la protagonista femminile – riesce quasi ad incantare.

Inside Out
Il film Pixar che ha fatto commuovere e riflettere migliaia di persone ha una colonna sonora composta da un maestro delle musiche per il cinema, Michael Giacchino. Le sue musiche creano atmosfere sospese, sembra quasi di sentir suonare le sfere luminose che contenevano i ricordi della giovane protagonista Riley.

[Leggi anche: "Junun": Paul Thomas Anderson, Jonny Greenwood e la musica indiana]

Junun
Junun è un film dedicato alla musica e non poteva mancare in questa breve lista. L'ultimo lavoro di Paul Thomas Anderson racconta il viaggio che il regista ha intrapreso in India insieme a Jonny Greenwood, componente dei Radiohead e autore delle musiche anche per The Master e Vizio di forma.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box