Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 13 Maggio 2015

"Il Gladiatore" di Ridley Scott ottenne ben 5 premi Oscar, tra cui quello al protagonista Russell Crowe. Ecco alcune curiosità dal set del generale romano "ispanico" Massimo Decimo Meridio

Russell Crowe in una scena del "Gladiatore"

“Ispanico! Ispanico! Ispanico!”, era questo il grido degli spettatori che trepidavano per poter vedere le gesta del generale Massimo Decimo Meridio in Il Gladiatore di Ridley Scott. A quindici anni dal film (vincitore di cinque premi Oscar), il personaggio magistralmente interpretato da Russell Crowe sembra ancora combattere per la sua vita e la sua libertà, in cerca di vendetta per l’uccisione della sua famiglia. Proviamo a scoprire grazie al portale Mentalfloss qualcosa di inedito sui lavori di questa epica pellicola.

1. Tre domande. Steven Spielberg diede il suo via libera alla realizzazione del film. Lo sceneggiatore David Franzoni (premio Oscar insieme a Douglas Wick e Branko Lustig) ebbe un briefing con Spielberg che gli chiese: “Si parla di antichi romani? Avrà luogo al Colosseo? Ci saranno spade, bestie feroci e robe simili?”. Ai tre sì dello sceneggiatore, rispose: “Benissimo, facciamo il film!”

2. Arte ottocentesca. Ridley Scott decise di girare il film dopo che la produzione sottopose alla sua visione una copia del quadro del pittore francese Jean-Léon Gérôme: si trattava di Pollice Verso e fu dipinto nel 1872. Rappresentava un gladiatore che attendeva il giudizio del pubblico dell’arena: il pollice verso significava la morte dello sconfitto. “Ne rimasi sconvolto, quella scena rappresentò per me tutta la grandezza e la malvagità dell’Impero Romano”.

3. Scartati. Jude Law e Jennifer Lopez sostennero dei provini per i ruoli di Commodo (che andò a Joaquin Phoenix) e di sua sorella Lucilla, parte conquistata da Connie Nielsen.

4. Smentite. Ridley Scott ha sempre dichiarato ai media che la sua prima scelta non è mai stata diversa da Russell Crowe. Ma c’è chi resta convinto che fu Mel Gibson a rifiutare la parte del generale Meridio.

[Leggi anche: In attesa di "Exodus: Dei e Re": I migliori e peggiori film di Ridley Scott]

5. Permessi. Ridley Scott ottenne il permesso di incendiare una vera foresta in Inghilterra: si trattava della location che rappresentava le battaglie delle legioni romane contro le tribù germaniche. La Royal Forestry Commission aveva già previsto la deforestazione, Ridley Scott ne approfittò per le sue scene.

6. Infortuni. Durante le riprese, Crowe subì numerosi infortuni a causa delle scene di combattimento. Tra gli altri, una frattura al piede, lesioni al tendine di Achille, perdita di sensibilità all’indice della mano destra in seguito a un colpo di spada.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box