Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 26 Gennaio 2016

Il film diretto da Marie-Castille Mention-Schaar racconta la storia vera di Ahmed Dramé, studente in un liceo a sud-est della capitale francese

Una volta nella vita

Il cinema è una delle palestre della nostra memoria. E da qualche anno lo dimostra esplicitamente il 27 gennaio, giorno in cui si commemorano le vittime dell’Olocausto. In tutta Italia infatti si organizzano proiezioni di film legati al tema della memoria di quel genocidio. Ormai per ricordare non è più necessario mostrare cosa successe in Europa tra il 1939 e il 1945; si possono raccontare storie trasversali, ingiustizie contemporanee che portano a collegare presente e passato. E infatti quest’anno il 27 gennaio uscirà nelle sale distribuito da Parthénos il film Una volta nella vita, il film di Marie-Castille Mention-Schaar accolto  in Francia come "un messaggio di speranza e un tributo alla nobile missione degli insegnanti".

Si tratta della storia vera di Ahmed Dramé, che in questo caso figura sia come attore protagonista che come collaboratore alla sceneggiatura. La vicenda è ambientata nel Liceo Léon Blum di Créteil, città nella banlieue sud-est di Parigi, dove un’insegnante propone alla sua classe multietnica attraversata da innumerevoli  tensioni di partecipare ad un concorso dedicato alla Resistenza e alla Deportazione che porterà molti dei ragazzi a cambiare il loro sguardo sul mondo e sulla loro condizione di emarginati all’interno della società francese.

[Leggi anche: Giornata della Memoria: I film da vedere in tv]

Ancora una volta lo spettatore avrà la prova di quanto la scuola e le persone che la vivono quotidianamente possono essere un’àncora di salvezza per moltissimi studenti. Nei panni della professoressa c’è Ariane Ascaride la quale raccontando la sua esperienza sul set ha affermato “fare l'insegnante è un mestiere che esige una grande dose di coraggio ed è anche una delle professioni più straordinarie che esistano. A condizione, ovviamente, di poterla esercitare. Nulla è scontato a priori, nulla è semplice. Eppure il rapporto che si crea con gli studenti è la cosa più bella che si possa vivere”.

Una volta nella vita è un film che ci aiuta a trovare un legame con il passato grazie a quelli che saranno gli uomini e le donne del futuro, un’impresa nobile e necessaria.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box